×
Home > glossario > Margini di stampa

Margini di stampa

Le macchine da stampa (a bobina o a foglio) possono montare supporti di dimensioni non superiori ad un formato massimo prestabilito. Il formato massimo può tuttavia non corrispondere con il formato massimo stampabile.
E' in questo contesto che si sviluppa l'esigenza di registrare i margini di stampa.
I margini di stampa individuano l'area ricavata all'interno del formato massimo supportabile dalla macchina sulla quale non è possibile stampare e che occorre lasciare libera dalla grafica e dal taglio per permettere alla macchina di lavorare in condizioni ottimali.
Dei margini di stampa va tenuto conto già a partire dalla composizione preliminare delle caratteristiche tecniche dell'articolo. Occorre infatti scegliere accuratamente le dimensioni del supporto di stampa in modo che siano sufficienti perché le grafiche e le lame di taglio non ricadano nei margini di stampa.
I margini di stampa costituiscono un limite tecnico della macchina che può tuttavia essere ignorato o modificato laddove le condizioni di stampa lo permettono. Nei casi in cui l'articolo da produrre non sia molto complesso e l'operatore riesca quindi a gestire ugualmente la risorsa, è possibile ridurre o non tenere conto dei margini di stampa.

 

Questa pagina fa parte del glossario dei termini di Gerp, il sistema gestionale dedicato all'industria del packaging. Per maggiori informazioni puoi scriverci o consultare le aree dedicate di questo sito.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni. Accetto i cookie da questo sito